Il monologo del corvo


La colomba, credo, è molto più idonea
a svolgere il compito, a portare la novella
nel piccolo becco stanco, già raddensata in simbolo,
in ramoscello, speranza, modello per pittori
nei manifesti di pace. Perciò scelgo l’assenza,
ora che sono chiuse le sorgenti all’abisso
e le cateratte del cielo. Scelgo limpida coscienza:
prima di me il diluvio. Sulle piume nere porto il sole,
guardo acuto i fatti miei, sotto il limo
becco abilmente gli occhi al peccatore. Gracchio,
mi pingeranno sugli stemmi, e dritto sulla neve
nero come una parola. M’insegneranno a dire
nevermore. Sarò famoso. La colomba, tuttavia,
è proprio fatta per svolgere questo compito:
si ricopra di piume nel suo volto la speranza,
nelle mie piume acquisti sembianze l’orrore.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Amici che passano

Inserisci la tua mail per seguire questo blog

Segui assieme ad altri 233 follower

Statistiche

  • 76,523 visitatori

Musica

Avviso

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: