L’inverno dei fili spinati

Quando ci siamo sposati era freddo allora.

Come minimo 25 sotto zero, era il solstizio del 1940,

guerre e peste nera.

La via della chiesa era sbarrata dai fili spinati.

Ti ricordi? Dovemmo scavalcare quel muro.

– Guarda che la gonna si è impigliata!

Non lì, ma qui!

Dovemmo pestare tutto il fango dell’orto.

Il prete ci aspettava per la confessione.

Ci fu solo un caldo amore per tutto l’inverno

anche perché tanto era il freddo fuori di noi.

Eravamo infangati sino alle ginocchia.

Quando andammo a letto ci accorgemmo dei nostri umidi occhi.

Solo Iddio sa il perché.

Fu così che iniziò la nostra lunga vita.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Amici che passano

Inserisci la tua mail per seguire questo blog

Segui assieme ad altri 233 follower

Statistiche

  • 78,537 visitatori

Musica

Avviso

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: