Mamma

Mamma:
Porto la resina dei vecchi alberi
della foresta nelle mie vene.
E la fortuna di nascita
nel mezzo delle ballate intorno al fuoco
tu sai come è sempre un dolore nuovo
lo sai o non è vero, Mamma?

Lo sai o non lo sai
il mistero degli occhi infiammati del maschio
che un giorno hai trovato sulla tua strada
di tombasana a piedi nudi?

Lo sai o non lo sai, Mamma
la resina dei vecchi alberi piantati dagli spiriti
le blasfemie dei morti che conservano le radici vergini
e le grandi lune di ansia che stendono
le pelli dei tamburi furiosi
e danno alle foglie delle palme
lo splendore incandescente delle asce nude?

E nel sapore dell’incantesimo, Mamma
dei nostri disincantati incanti ancestrali
l’esorcismo ingenuo delle tue missangas
il meraviglioso meheu delle tue canzoni
e il segreto del tuo corpo posseduto
ma di materno sangue inviolabile
dove la mia sorte è nata.

Nello
spazio della tua sepoltura di negra
la sai o non la sai la verità
ora lo sai o non lo sai
mamma?

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Amici che passano

Inserisci la tua mail per seguire questo blog

Segui assieme ad altri 233 follower

Statistiche

  • 76,573 visitatori

Musica

Avviso

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: