you're reading...
big bang, universo

Big Bang: il più grande Mistero di sempre.

Prima del Big Bang non c’era niente, poi è nato il tempo e lospazio.
Questo é solo il primo articolo dedicato al Big-Bang, l’evento più importante di sempre.

Questo evento é così misterioso e difficile da capire per la mente umana e per la scienza, che da sempre l’uomo sta cercando di scoprire come abbiamo fatto ad essere qui, e fino a poco tempo fa, l’unica spiegazione plausibile era quella religiosa: un Dio ha creato la Nostra realtà.
Invece pare proprio di No, o meglio…..
Sicuramente (e purtroppo) non c’é nessun Dio, ma eventi scientifici talmente complicati che ancora non siamo riusciti a capirli veramente fino in fondo.
Ci sono varie spiegazioni e teorie di come é avvenuto il Big Bang e sopratuttoCOSA C’ERA PRIMA DEL BIG BANG.

Sì, perchè se quasi tutti i fisici sono d’accordo sul fatto che ci sia stato un Big Bang, non tutti i fisici sono d’accordo su cosa c’é stato prima del Big Bang.

  • Oggi, comunque faremo un piccolo riassunto di quello che sappiamo per certo. Naturalmente il Big Bang non é che possiamo riprodurre ( ci mancherebbe) , ma ci sono degli strumenti come il Large Hadron Collider che in questi anni hanno aiutato tantissimo Noi poveri esseri umani a capire cosa possa essersi verificato qualche tempo DOPO IL BIG BANG.

Innanzitutto partiamo da quando l’uomo ha capito che c’è stato un inizio.

  • E’ stato osservando le galassie nel 1929, che l’astronomo Hubble ( dal quale ha preso il nome il famoso telescopio) ha notato che si distanziavano le une dalle altre. Non solo si distanziavano le une dalle altre, ma lo facevano andando sempre più veloce. Da qui a capire che tutto l’universo osservabile arrivasse da un punto comune, fu presto fatta. Ma da quale punto in comune?
  • La teoria del Big Bang è stata confermata negli anni ’60 dalla scoperta della radiazione cosmica di fondo, delle onde radio cioè, che permeano tutto l’universo, onde radio che ci arrivano tutte da uno stesso enorme evento, e che possiamo sentire quando accendiamo una qualsiasi radio e sentiamo quel fruscio, o accendiamo un televisore e non andiamo su un canale trasmesso e vediamo quell’effetto neve, quello è l’effetto della radiazione di fondo, come se allo scoppio di una bomba ci arrivassero delle onde d’acqua di un mare. Ecco quell’unico evento è il big bang.

La teoria del Big Bang dice più o meno questo:

da un punto infinitisamente piccolo, infinitisamente denso e infinitisamente pieno di energia,  circa 14 miliardi di anni fa, iniziò questo evento.

  • ATTENZIONE: prima non c’era niente, nel senso che non c’era n’é il tempo n’é lo spazio, nè la materia.
  • Questo concetto, già manda fuori dai gangheri ogni mente normale. La Nostra immaginazione, difficilmente riesce ad astrarre una concezione di un qualcosa che non è mai esistito, un qualcosa talmente piccolo da non essere visto, un qualcosa senza tempo e senza materia, un punto infinitesimamente piccolo fatto di energia, proprio perchè non esisteva una realtà, ecco allora che qui non può che subentrare che la filosofia, una cosa  che ci vede tutti insieme, nemmeno in fase di atomi, o di particelle di materia no, perchè la materia non esisteva: era soloPURA ENERGIA. L’universo era come compresso in un punto piccolossimo, un miliardesimo di miliardesimo di miliardesimo di millimetro ( circa).
  • PRIMA del Big-Bang non sappiamo cosa c’era ( e ci torneremo dopo) , ma quello che ci interessa é che quando 14 miliardi di anni fa questo piccolissimo e densissimo (issimo issimo) punticino ha iniziato ad espandersi l’ha fattoPIU’ VELOCE DELLA LUCE. Cosa stai dicendo? niente é più veloce della luce….
  • Sbagliato: l’espansione dell’universo é stata per diverso tempo molto, molto più veloce della luce, e la cosa non vìola le leggi della fisica, in quanto all’epoca non esisteva uno spazio intorno a quella cosa di energia che si espandeva a velocità formidabili.
  • In pochi secondi dal nulla ( o quasi) tutta quell’energia era già grande quanto una sistema solare, la materia da energia iniziava a formarsi ( ricordate la famosa teoria di Einstein E= MC2? Fu proprio questa teoria che venne utilizzata dai primi cosmologi per spiegare il Big Bang, intorno agli anni ’30.

Si forma il tempo:

  • Per spiegare come abbia fuzionato il Big Bang, gli scienziati hanno inventato una nuova forma di tempo: il tempo di Plank, che in pratica consiste in una piccolissima parte ( miliardesimi di miliardesimi) di secondo.
  • In questo periodo e in quelli successivi, ma comunque intorno ai primi secondi di vita, si sono formati i primi mattoni della materia, e questo per una pura casualità.
  • Dai primi mattoni della materia, si arrivò alla formazione dell’idrogeno.
  • Dopo 300 mila anni dal Big Bang  l’idrogeno ha iniziato a risentire della forza di gravità e quindi dopo mezzo milione di anni dal big bang è nata la prima stella.
  • Dopo la nascita della prima stella, con il tempo, e grazie alla forza di gravità si formarono le prime galassie.
  • Oggi sono passati 14 miliardi di anni da quell’evento, e Noi siamo in grado (quasi) di capirlo.
  • L’uomo è il soggetto che l’universo ha creato per avere coscienza di sé, e se si considera che per quello che finora abbiamo visto siamo l’unico essere intelligente di Nostra conoscenza nell’intero universo, e visto che siamo diventati questo grazie ad una serie infinita di eventi fortuiti, è bene che preserviamo più a lungo possibile il Nostro sapere, tramite la Nostra specie.

Informazioni su antonio blunda

Nato ad Erice (Tp). Avvocato. Forse poeta, forse scrittore. A causa di questa malattia congenita chiamata poesia, ho iniziato a scrivere in tenera età, per curarmi. La cura è ancora in corso. Segnalazione di merito al 26° Premio Internazionale di Poesia Inedita 2001 indetto dall’A.S.L.A. ( Associazione Siciliana per le Lettere e le Arti); 6° classificato al Premio Nazionale Letterario “Cicatrici Aperte” 2001, indetto dalle riviste letterarie “La Masnada” e “Prospektiva”; 1° classificato al I Premio Nazionale di Poesia Inedita “2 G” 2002, edito dal Gruppo Giovani “2 G” di Barcellona Pozzo di Gotto (Me); Segnalazione di Merito per la sezione poesia inedita al Premio “G. Palumbo” 2002 edito dal Comune di Ficarazzi (Pa); 4° pari merito al Primo Premio Nazionale di poesia inedita “Città di Fondi” 2002 edito dall’ A.N.G.A.E. ( Associazione Nazionale Giovani Artisti Emergenti) di Fondi (Lt); Selezionato per la “Enciclopedia dei poeti italiani emergenti” 2002-2003 edito dall’ Aletti Editore; Segnalazione particolare per il Premio Internazionale di Poesia “Montagna viva” edizione 2002, edito dalla Comunità Montana Valtellina di Morbegno ; Segnalazione di Merito per la sezione narrativa al Premio “G. Palumbo” 2004 edito dal Comune di Ficarazzi (Pa); Selezionato “Autore del mese” per il mese di Febbraio 2004 al concorso mensile promosso dal sito letterario ilfiloonline.it; 1° classificato al Premio letterario “Premio per la pace” 2004 promosso dal Centro Studi Cultura e Società di Torino; Autore prescelto per la regione Sicilia per la “Enciclopedia regionale dei poeti emergenti”edito dall’Aletti Editore; Finalista per la sezione narrativa al Premio Nazionale Telethon 2004; Segnalazione di merito al Premio di Poesia “Giacomo Giardina” 4° edizione (2005)– Assessorato alla Cultura del Comune di Bagheria; 1°classificato al Premio Letterario “Giulio Palumbo” – Sezione Narrativa - 4° Edizione 2005 – Comune di Ficarazzi (Pa) Finalista al Premio Letterario “Calicantus” 2006, sezione poesia inedita a tema religioso; 3° classificato al Premio Letterario “Mons. Galbiati IV Edizione – sezione poesia inedita - Carugo(Co); Menzione di merito al Premio Letterario “Rametto d’argento” 2007 – Sezione silloge inedita – Paceco (Tp); Diploma di merito al Premio Letterario “ Parole ed immagini” - XVII edizione 2007 - Comune di Boves; Premio speciale della critica alla decima edizione 2008 del Premio “Groane98” – sezione poesia inedita - Garbagnate Milanese (Mi); Finalista al concorso NarrAzioni-Sezione Scrittori 2008 indetto da "Emergenza Creativa” (www.emergenzacreativa.com); Segnalazione di merito alla 2° Edizione del Premio “Colonne d’Eroma” 2008 - S. Flavia (Pa) - sezione podio; Autore prescelto per l’Enciclopedia dei Poeti Italiani Contemporanei - 2009, edita da Aletti Editore; Autore prescelto per la “Agenda degli artisti 2010” (concorso indetto da “Estro-Verso Community italiana Autori, Artisti ed Editori www.estro-verso.org; Finalista per la sezione “aforismi” nel concorso indetto dal sito www.pensieriparole.it ; Finalista al 1° Premio Internazionale di Poesia Letteratura e Pittura utenti di Facebook; Finalista al Premio “Arenella” sezione Poesia inedita, indetto dall’Ass. culturale “Palermo Cult – pensiero” 2010; Autore italiano presente sulla rivista letteraria americana "Californian Quarterly" vol. 36 n.2; Autore italiano presente sulla rivista letteraria americana "Californian Quarterly" vol. 36 n.4; Finalista al Premio "Valenzine" 2011 ( www.scripta-volant.org); Autore prescelto al Premio "Extroversi 2011" - Palermo; Attestato d'onore al premio "Vivarium - Omaggio a Giovanni Paolo II"- 2011 ; Diploma di merito alla XXI Edizione del Premio "Parole e immagini" - Mella na di Boves 2011; Segnalazione di Merito alla VI Edizione del Premio "Ut unum sint" - Ecumenical World Patriarchate 2011; Presente su diversi siti internet ed antologie letterarie;

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Amici che passano

Inserisci la tua mail per seguire questo blog

Segui assieme ad altri 232 follower

Statistiche

  • 74,116 visitatori

Musica

Avviso

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: