you're reading...
alieni, astrofisica, cultura, filosofia, ipotesi, probabilità, religione, scienza, ufo, umanità, universo

E se la nostra realtà non fosse reale?

Platone, filosofo greco molto importante dell’epoca classica, elaborò un intrigante racconto – Il mito della caverna -, attraverso il quale tentava di spiegare la sua idea sulla natura della realtà. Il filosofo greco era convinto che il nostro mondo, l’universo e tutto quanto, non fosse altro che la copia sbiadita della vera realtà, chiamata Iperuranio(al di là dei cieli). Quindi, quella che noi reputiamo essere la realtà, è semplicemente un’illusione. L’uomo sarà in grado di conoscere la vera natura dell’Universo solo quando la sua anima farà ritorno nell’Iperuranio, luogo nel quale sarà possibile conoscere le cose così come sono.

Ma supponiamo per un momento che viviamo in una simulazione e la nostra realtà non è altro che un’illusione. Dalla nostra esperienza sensoriale, potremmo pensare di essere una specie avanzata. Eppure, possediamo una conoscenza molto limitata del mondo che ci circonda. Basta pensare che non abbiamo la facoltà di percepire né gli infrarossi, né gli ultrasuoni. Quante altre cose sfuggono ai nostri sensi? Come spiegare fenomeni assurdi come la materia oscura o l’energia oscura o i buchi neri?

Nick Bostrom, docente presso la Facoltà di Filosofia all’Università di Oxford e direttore fondatore del Future of Humanity Institute e del Programma sugli impatti della Future Technology della Oxford Martin School, alcuni anni fa, ha presentato quello che è stato definito “Argomento sulla simulazione” che è ancora fonte di ampi dibattiti tra gli scienziati.

Mettendo una parentesi alla parte matematica della teoria, Bostrom inizia la sua riflessione con l’ipotesi che le civiltà future avranno abbastanza potenza di calcolo e avanzate capacità informatiche per essere in grado di creare una simulazione avanzata della vita umana. La simulazione sarebbe abitata da esseri programmati con una tale complessità da essere coscienti e avere lo stesso tipo di esperienze che abbiamo noi. I cervelli simulati, sarebbero parte integrante di questo universo matrice.

Nella sua ipotesi, Bostrom non fa previsioni su quanto tempo ci vorrà per sviluppare questa capacità. Alcuni futurologi credono che questo possa avvenire entro i prossimi 50 anni. “Ma anche se ci volessero 10 milioni di anni, questo non fa alcuna differenza per l’argomento”, spiega lo stesso Bostrom nel suo articolo “Viviamo in una simulazione al computer?”. Il nostro universo ha un’età tra i 14 e i 16 miliardi di anni, quindi, è probabile che una civiltà antecedente alla nostra, molto più evoluta, sia stata in grado di realizzare la sofisticata simulazione nella quale ci troviamo.

Bostrom è consapevole, però, che la sua idea è indimostrabile, se non altro per il fatto che possediamo talmente poche informazioni sulla realtà che è impossibile stabilire se questa ipotesi è vera o falsa. Se fosse vera, “le leggi scoperte da Copernico, Darwin, Einstein e gli altri, sarebbero la descrizione sensibile del funzionamento della realtà simulata. Queste leggi potrebbero essere o non essere identiche a quelle che operano al livello più fondamentale della realtà, cioè al di fuori del computer che sta eseguendo la nostra simulazione”.

Ma perché una civiltà avanzata dovrebbe creare un mondo virtuale?

Secondo Bostrom, potrebbe trattarsi di un esperimento scientifico, con lo scopo di studiare le epoche tecnologicamente più primitive. Ma peggio ancora, potrebbe trattarsi di un gioco virtuale per i nostri creatori, elaborato con lo stesso spirito con il quale noi giochiamo con “The Sims”! E’ davvero impossibile a dirsi.

Ma è possibile capire se stiamo veramente vivendo in una Simulazione?

Se i programmatori dell’universo matrice non vogliono farci sapere che la nostra realtà è una simulazione, forse non riusciremo mai a capirlo. Ma se decidono di dirci la verità, sicuramente, prima o poi, si sveleranno. Un giorno qualsiasi, mentre passeggi per strada, potrebbe aprirsi una finestra di pop-up davanti ai tuoi occhi con su scritto “Questa è una simulazione. Clicca qui per maggiori informazioni!

In verità la questione potrebbe essere più intrigante. Ammesso che siamo delle menti simulate, il fatto che ci poniamo domande sulla natura della realtà è previsto dal programma, si tratta di un errore o di una evoluzione non prevista dagli architetti? Alcuni pensatori di indole più spirituale, hanno ipotizzato che quella che a noi sembra essere una simulazione, potrebbe semplicemente essere il modo di operare dell’Architetto (la grande mente che ha elaborato la realtà e che qualcuno individua con la parola Dio).

In questo caso, le domande esistenziali che abitano la mente dell’uomo – chi siamo, qual è lo scopo della nostra vita, cosa è la realtà e cose c’è dopo la morte – sarebbero la parte più importante della nostra programmazione, anzi, lo scopo principale e non un errore o una semplice evoluzione non prevista. Se così fosse, forse l’umanità è orientata più alla dimensione “esistenziale” dell’esperienza della vita che a quella materiale, che in quanto simulata, non è altro che un’illusione.

Annunci

Informazioni su antonio blunda

Nato ad Erice (Tp). Avvocato. Forse poeta, forse scrittore. A causa di questa malattia congenita chiamata poesia, ho iniziato a scrivere in tenera età, per curarmi. La cura è ancora in corso. Segnalazione di merito al 26° Premio Internazionale di Poesia Inedita 2001 indetto dall’A.S.L.A. ( Associazione Siciliana per le Lettere e le Arti); 6° classificato al Premio Nazionale Letterario “Cicatrici Aperte” 2001, indetto dalle riviste letterarie “La Masnada” e “Prospektiva”; 1° classificato al I Premio Nazionale di Poesia Inedita “2 G” 2002, edito dal Gruppo Giovani “2 G” di Barcellona Pozzo di Gotto (Me); Segnalazione di Merito per la sezione poesia inedita al Premio “G. Palumbo” 2002 edito dal Comune di Ficarazzi (Pa); 4° pari merito al Primo Premio Nazionale di poesia inedita “Città di Fondi” 2002 edito dall’ A.N.G.A.E. ( Associazione Nazionale Giovani Artisti Emergenti) di Fondi (Lt); Selezionato per la “Enciclopedia dei poeti italiani emergenti” 2002-2003 edito dall’ Aletti Editore; Segnalazione particolare per il Premio Internazionale di Poesia “Montagna viva” edizione 2002, edito dalla Comunità Montana Valtellina di Morbegno ; Segnalazione di Merito per la sezione narrativa al Premio “G. Palumbo” 2004 edito dal Comune di Ficarazzi (Pa); Selezionato “Autore del mese” per il mese di Febbraio 2004 al concorso mensile promosso dal sito letterario ilfiloonline.it; 1° classificato al Premio letterario “Premio per la pace” 2004 promosso dal Centro Studi Cultura e Società di Torino; Autore prescelto per la regione Sicilia per la “Enciclopedia regionale dei poeti emergenti”edito dall’Aletti Editore; Finalista per la sezione narrativa al Premio Nazionale Telethon 2004; Segnalazione di merito al Premio di Poesia “Giacomo Giardina” 4° edizione (2005)– Assessorato alla Cultura del Comune di Bagheria; 1°classificato al Premio Letterario “Giulio Palumbo” – Sezione Narrativa - 4° Edizione 2005 – Comune di Ficarazzi (Pa) Finalista al Premio Letterario “Calicantus” 2006, sezione poesia inedita a tema religioso; 3° classificato al Premio Letterario “Mons. Galbiati IV Edizione – sezione poesia inedita - Carugo(Co); Menzione di merito al Premio Letterario “Rametto d’argento” 2007 – Sezione silloge inedita – Paceco (Tp); Diploma di merito al Premio Letterario “ Parole ed immagini” - XVII edizione 2007 - Comune di Boves; Premio speciale della critica alla decima edizione 2008 del Premio “Groane98” – sezione poesia inedita - Garbagnate Milanese (Mi); Finalista al concorso NarrAzioni-Sezione Scrittori 2008 indetto da "Emergenza Creativa” (www.emergenzacreativa.com); Segnalazione di merito alla 2° Edizione del Premio “Colonne d’Eroma” 2008 - S. Flavia (Pa) - sezione podio; Autore prescelto per l’Enciclopedia dei Poeti Italiani Contemporanei - 2009, edita da Aletti Editore; Autore prescelto per la “Agenda degli artisti 2010” (concorso indetto da “Estro-Verso Community italiana Autori, Artisti ed Editori www.estro-verso.org; Finalista per la sezione “aforismi” nel concorso indetto dal sito www.pensieriparole.it ; Finalista al 1° Premio Internazionale di Poesia Letteratura e Pittura utenti di Facebook; Finalista al Premio “Arenella” sezione Poesia inedita, indetto dall’Ass. culturale “Palermo Cult – pensiero” 2010; Autore italiano presente sulla rivista letteraria americana "Californian Quarterly" vol. 36 n.2; Autore italiano presente sulla rivista letteraria americana "Californian Quarterly" vol. 36 n.4; Finalista al Premio "Valenzine" 2011 ( www.scripta-volant.org); Autore prescelto al Premio "Extroversi 2011" - Palermo; Attestato d'onore al premio "Vivarium - Omaggio a Giovanni Paolo II"- 2011 ; Diploma di merito alla XXI Edizione del Premio "Parole e immagini" - Mella na di Boves 2011; Segnalazione di Merito alla VI Edizione del Premio "Ut unum sint" - Ecumenical World Patriarchate 2011; Presente su diversi siti internet ed antologie letterarie;

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Amici che passano

Inserisci la tua mail per seguire questo blog

Segui assieme ad altri 233 follower

Statistiche

  • 78,491 visitatori

Musica

Avviso

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: